Ecco perché il jiu jitsu brasiliano è un'arte marziale MOLTO EFFICACE.

Lo dicono i nostri allievi

arrow

Mi sono avvicinato al bjj nella primavera del 2012 non più giovanissimo.

Dopo tanti anni di pratica di arti marziali (in particolare wushu) e sport da combattimento (pugilato, sanda, thai boxe), ho sentito la necessità di espandere le mie conoscenze in ambito di lotta a terra.

Da giovanissimo avevo praticato judo per un paio di anni, ma niente di più.

La prima esperienza è stata a dir poco traumatica...... mi spiego meglio.

Avete presente un leone? Si sente sicuramente forte, no? Ma se il leone lo mettete in una vasca di squali cosa fa? Ecco, questa è stata la mia prima sensazione.

Il senso di impotenza era netto.

E questo mi ha affascinato.

Il bjj era tutto un mondo da scoprire, con tanto sudore e applicazione ma supportato da una sorta di fratellanza con i compagni di accademia.

Una delle prime cose che il maestro Mario mi ha detto sono state: "Quando lotti non puoi mentire".

Penso che il valore aggiunto più importante di questa disciplina sia proprio questo, la sincerità.

E vi assicuro che in un mondo dove regna la menzogna questa qualità è più unica che rara.

Il bello del metodo d'insegnamento proprio del team Centurion è che non si sclerotizza soltanto sulle tecniche "buone" in gara, ma esercitiamo anche tecniche applicabili in un contesto reale.

Della serie "fare i punti non ti salva la vita".

Attualmente l'accademia è come una seconda famiglia per me.

Quali risultati ho avuto? Principalmente mi sento un padre e un marito migliore, riesco ad essere più performante nel mio lavoro, sono migliorato fisicamente (più forza e flessibilità).

Insomma, mi sento realmente un Uomo migliore.

E scusate se è poco.

Consiglio la pratica del bjj a tutti; e quando dico tutti intendo realmente proprio TUTTI!

Alessandro Cigna & Alessandro Casati

Ciao a tutti.

Conoscere questa disciplina e stata una delle più preziose scienze acquisite, mi è arrivata attraverso una persona a me cara.

Da lì in avanti, si è estesa a tutta la famiglia, siamo in 5 soddisfatti di seguire questa dottrina.

Appena ho palpato quest’arte mi sono proprio immersa in un mondo dove la vera forza ti seduce; nelle vene hai i flussi del calore ardente di combattimento e di sopravvivenza.

Questa clamorosa arte ti sfida l’anima, incita le tue capacita nascoste, tutta la tua vitalità matura, fa che si provi il dolore di resistenza e di conseguente gioia, ti spinge fino in fondo.

Il vigore e la testa sono il complemento per arrivare ad essere un vero jitsuka.

Per quanto riguarda l’accademia Team Centurion, già il nome ti fa sentire parte di una casta di lottatori, portatori di un potere sopranaturale.

E’ piacevole applicare tutti gli insegnamenti.

Mario Puccioni è un ottimo insegnate, che ti trasmette grande disciplina e coraggio in ogni lezione.

I suoi metodi sono eccezionali, unico nel suo settore, si preoccupa sempre di portare grandi lottatori e riconosciuti Jitsuka alla sua accademia per i suoi allievi che sono ormai la sua 2 famiglia

Sono rinata, con questa meravigliosa arte.

Mi ha fatto sognare e vado per quel sogno.

Oss.

Per anni ho guardato amici rotolarsi su di una materassina, rimanendo seduta in un angolo maturando solo tanta curiosità verso questo sport.

Un anno fa, dopo aver cambiato città per motivi di studi, ho finalmente deciso di provarci e sotto consiglio di terzi, mi sono ritrovata all'interno del Team Centurion.

Mi hanno accolta nella loro famiglia, mi hanno aiutata a migliorare a piccoli passi, e non mi hanno mai fatta sentire fuori luogo.

Non è facile per una donna avvicinarsi ad uno sport che ti mette a così stretto contatto con un altro essere umano, specialmente se uomo, non è "normale", ed è questo il bello del jiu jitsu: ti costringe a situazioni anche poco piacevoli, ad un contatto fisico diverso da quello che ci si potrebbe aspettare, e ti insegna a saperti adattare in un modo che a lungo andare diventa fisiologico.

Come dice il mio maestro, sulla materassina non esiste diversità fra uomo e donna, esiste solo la voglia di mettersi in gioco e alla prova, per vincere una sfida contro se stessi prima di vincere contro gli altri.

Il jiu jitsu mette sicurezza in se stessi, migliora la mente e il corpo, e per una donna non è cosa da poco.

Ho iniziato ad ottobre per curiosità, con un pó di timidezza in una palestra dove il 99% degli iscritti erano uomini, reduce da un anno di inattività sportiva; senza troppe pretese a giugno ho partecipato ai campionati italiani, e ho vinto.

Perché una donna dovrebbe iniziare a praticare bjj?

Per imparare a camminare per strada a testa alta.

Perché una donna dovrebbe entrare nel Team Centurion?

Perché i centurioni erano uomini audaci, in grado di affrontare battaglie con intelligenza e astuzia, e sulla materassina non esistono diversità fra uomo e donna.

Oggi grazie al Team Centurion, e al suo fondatore: Mario Puccioni, un maestro non solo di bjj ma anche di vita ho più autostima sono più consapevole del mio potenziale.

Se siete in cerca di un gruppo unito, ( che per me e come una seconda famiglia ) o semplicemente volete tornare in forma e diventare forti sia fisicamente sia mentalmente,e potete e DOVETE venire a trovarci!

Rafael Arizala

Arruolati nel Team Centurion. Fai Click!

Centurion è dove:
- Il selvaggio trova controllo.
- Il timido impara ad essere forte.
- L'emarginato diventa parte di qualcosa di grande.
- Lo spavaldo viene umiliato.

La miglior risposta a molti dei problemi della vita è una ed una sola: JIU JITSU !!

È in questo team che ho ritrovato la voglia di superare i miei limiti, di mettermi in gioco, di sfidare me stesso e gli altri migliorando giorno per giorno...

Grazie Team Centurion

Ho iniziato ad allenarmi nel BJJ a dicembre 2015, al compimento dei 51 anni, dopo svariati trascorsi nel judo, Karate e, soprattutto, nel wushu.

Ho avuto la fortuna di trovare subito il team Centurion e, memore di una vita passata nelle palestre, sono rimasto molto colpito dall'educazione degli atleti, dalla coesione del team e dalla qualità dell'insegnamento del Mestre Mario Puccioni che non si limita ad insegnare le tecniche del BJJ ma segue i ragazzi in tutti gli aspetti essenziali: preparazione fisica, alimentazione, stile di vita, etc...

I risultati che ho avuto sono stati rapidi e molto positivi: oltre ad aver migliorato la qualità del mio allenamento e forma fisica, ho modificato l'alimentazione con immediati benefici. 

Ma soprattutto il poter lottare costantemente con i ragazzi del team mi ha permesso di praticare l'arte suave sul serio, di rimettermi in gioco e di non considerarmi più un atleta al passato.

Non ho esperienza di altre accademie di BJJ ma nel Team Centurion ho trovato un giusto bilanciamento tra difesa personale (giustamente un vero pallino del Mestre), evoluzione tecnica e preparazione alle competizioni. 

È questo credo sia l'aspetto più interessante per un'ampia diffusione del BJJ: puoi imparare a difenderti in maniera molto efficace ma contemporaneamente, come negli scacchi, sviluppare un tuo "gioco", che ti consenta di sfruttare al meglio le tue caratteristiche mentali e fisiche. 

E per di più, se ti va, trovi anche un circuito di gare, nazionali ed internazionali, dove metterti alla prova. 

Lottare è vita. 

Forza Centurion!

Ho conosciuto Team Centurion perché praticavo thai boxe nello stesso ambiente.

Ho deciso di provare, ed ho trovato tutto ciò che desideravo: un maestro competente al massimo, che segue gli atleti costantemente e a 360°(nella preparazione tecnica, atletica e in tutto ciò che riguarda la mentalità, abitudini e dieta di un vero lottatore), un team unito e solido, e un ricco programma di allenamenti settimanale.

Mi ha preso fin da subito, soprattutto perché essendo sempre stato piccolo (65kg per 1,67m) ho trovato una disciplina che mi ha mostrato che le dimensioni contano fino ad un certo punto, l'idea di impostare il combattimento in una dimensione atipica rispetto alle altre arti marziali, dove ciò che conta é tutto fuorché la "forza bruta", mi ha conquistato ogni giorno di più, sbalordendomi.

Praticando mi sono tolto numerose soddisfazioni, e ho avuto grazie al Maestro l'opportunità di conoscere maestri e atleti affermati a livello MONDIALE (in esclusiva solo per noi, in Toscana e in Italia!).

Merita davvero, non vedo l'ora di tornare sulla materassina!

Sono oramai 4 anni che io e mio figlio Manuel siamo appassionati all'arte soave.

Inizialmente ero al ricerca di una disciplina che ci permettesse di raggiungere una buona forma fisica ed al contempo infonderci principi di lealtà e sano agonismo.

Casualmente venni a conoscenza di un corso che si teneva a Prato e mi misi in contatto con il maestro Mario Puccioni che ci invito' per un paio di lezioni di prova.

Confesso che non avevamo idea di cosa si trattasse ma, restammo fin da subito entusiasti sia della disciplina che del maestro che e' dotato di una forte personalita' ma al contempo di un gran senso dell'umorismo e ci fece sentire parte di un gruppo che nel tempo si e' andato sempre piu' a rafforzare, oltre ad un team siamo un gruppo di amici che condividono la stessa passione.

Il fatto di essermi avvicinato in non piu' tenera eta', e' un grande rammarico purtoppo ma, devo ammettere che le soddisfazioni non sono comunque mancate, ogni volta che esco dal tatami dopo aver lottato con i miei compagni ed aver scaricato tutte le tensioni accumulate, mi sento un uomo migliore.

Manuel dal canto suo , ha partecipato e vinto svariati tornei e, l'avergli fatto conoscere questa disciplina che ha contribuito a formagli il carattere positivamente e' una delle mie piu' grandi soddisfazioni. 

FORZA CENTURION!!!

Ciao a tutti.

Mi chiamo Johnny, ma per il team Centurion sono Telly.

Ho conosciuto la disciplina del Jiu Jitsu brasiliano per caso circa tre anni e fa e adesso non ne posso più fare a meno.

Lo dico perché per motivi di lavoro non posso frequentare con costanza gli allenamenti come vorrei, dovendo fare pause anche di diverse settimane, e sento che la lotta mi manca tantissimo.

Al di là del piacere personale, posso dire che al mio arrivo al team Centurion tutti si sono comportati con me con il massimo del rispetto e mi hanno trasmesso subito un gran senso di amicizia.

Non avendo mai praticato nessuno sport, ho iniziato a 37 anni a fare questo sport che pesavo quasi 100 kg.

Ora sono circa 80 kg e faixa azul.

Non dico che sia uno sport facile, anzi, bisogna metterci molto impegno, ma è bellissimo e ti trasmette tanta fiducia in te stesso.

Utile eccome in caso di difesa personale.

Girando per il mondo mi sono accorto che necessariamente ti devi saper difendere.

E' incredibile ma la gente è come se lo sentisse che sei un lottatore di Brazilian Jiu Jitsu.

Dopo un po che lo pratichi infatti non solo modifichi il tuo modo di pensare ma anche il modo in cui ti muovi e la gente questa cosa la avverte.

A settembre ci porterò anche mia figlia di tre anni.

Questa è una disciplina adatta a tutti grandi e piccini, uomini e donne.

Infine, voglio solo dire che un grande merito lo devo anche al mio maestro sempre disponibile e preparato.

Grazie alla sua pazienza giorno dopo giorno sono migliorato sul tatami e fuori.

Seguendo i suoi consigli anche sulla alimentazione e sugli esercizi da fare quando sono fuori per lavoro riesco a mantenermi in allenamento e pronto a lottare con i miei compagni appena possibile.

Un saluto a tutti.

Ci si vede sul tatami.

Arruolati nel Team Centurion. Fai Click!

Ho iniziato ad allenarmi a Bjj circa un anno fa, poco prima delle nascita di mio figlio, con l'idea di ritornare in forma e trovare qualcosa che riuscisse a distogliermi dallo stress del lavoro....

Prima di allora non sono mai stato un praticante di sport da combattimento o arti marziali in genere, se non per pochissimi e brevi episodi.

In questo anno sono riuscito a ritornare in forma fisica, a partecipare a 2 tornei di Bjj e sicuramente ad avere più fiducia in me stesso, grazie a Mario che oltre ad essere un ottimo insegnante di Bjj è un maestro di vita!!

Il team Centurion è un gruppo di persone di tutte le età, molto unito, con tanta passione per questo sport e sempre pronto a darti consigli e a lottare.

Ad oggi l'unico rimpianto è non avere il tempo per allenarmi di più!!

6 anni fa ero un ottimo thai boxer di 65 kg e ho iniziato a fare Bjj per migliorare il combattimento a terra.

Dopo anni di duri allenamenti ho raggiunto il mio obiettivo anche se voglio ancora migliorare.

Il Bjj mi ha dato tanto sia a livello fisico che personale in quanto sono più sicuro e mi pongo con maggior educazione verso gli altri.

Mi piace il team Centurion perché unisce la disciplina ad un momento di evasione dalla vita ordinaria.

L'insegnante è sempre presente, qualificato è disponibile.

Nella nostra accademia curiamo sia la parte sportiva (gare) che quella di combattimento reale.

Prima di giungere al Centurion avevo già praticato altre Arti Marziali reali e funzionali, tra cui lo stesso Jiu-Jitsu stile Brasiliano, sotto la guida di ottimi istruttori e in palestre frequentate da atleti forti e competitivi.

Trasferitomi a Firenze per lavoro, sono stato accolto da Mario Puccioni come un figlio, e dai ragazzi del Team come un amico di lunga data.

In un solo anno di pratica:

- ho riacceso la mia passione per il Jiu-Jitsu dopo un periodo di apatia, ciò per il fatto di aver compreso, grazie a Mario e alla sua immensa Cultura, gli aspetti più profondi e Spirituali di questa Arte Marziale;

- sono sceso da 109kg agli attuali 84kg, grazie ad un minuzioso e scientifico programma alimentare fornitomi dal Coach;

- sono tornato in forma, grazie all'allenamento duro ma intelligente praticato sul Tatami e al programma di Pesi e Cardio che Mario ha cucito sulle mie esigenze e caratteristiche;

- Ho notevolmente migliorato la mia abilità tecnica e altre qualità necessarie nella lotta e soprattutto nella vita, come capacità di concentrazione, forza di volontà, consapevolezza, controllo emotivo, etc, grazie agli indirizzi didattici dell'Istruttore, che hanno permesso di trasformare il mio modo di allenarmi e renderlo profiquo in molteplici aspetti;

- ho partecipato e vinto la mia prima gara agonistica, grazie a Mario che mi ha spronato anche verso l'aspetto agonistico, a cui prima ero poco propenso;

- ho approfondito la mia Cultura Marziale, grazie ai numerosi spunti che l'Istruttore fornisce durante le lezioni e agli approfondimenti che suggerisce a tutti gli studenti;

- ho avuto l'occasione di conoscere di persona veri Guerrieri e atleti fortissimi (come Ivan Tomasetti, Masakazu Imanari, Lucio Rodrigues Lagarto o Roberto Meneguetti Almeida, solo per fare qualche nome), grazie ai numerosi seminari di altissimo livello svolti periodicamente al Centurion, ricevendo da loro preziosi spunti tecnici ma soprattutto constatando di persona cosa significhi dedicare l'intera esistenza alla Marzialità e quali trasformazioni profonde ciò possa attuare in un uomo;

- tanto altro ancora, che ci vorrebbe un libro per raccontarlo...

A tutti voi che state meditando di iscrivervi, o di iscrivere i vostri figli, al Centurion, non posso che dire: FATELO!!!

Senza alcun indugio, avrete modo di cambiare, certo a prezzo di impegno serio e costante, voi stessi e la vostra esistenza.

Due anni fa mi iscrissi in una palestra di arti marziali miste, e con curiosità, mi accinsi a praticare le varie discipline che vi venivano insegnate, fra cui anche il corso di BJJ tenuto dal Maestro Mario Puccioni.

Col passare del tempo, il mio interesse e la mia dedizione per questa arte marziale è aumentata sempre più, anche grazie al Maestro e ai compagni del team Centurion.

Da quando pratico questa disciplina sono più forte, più sicuro di me stesso, più consapevole dei pericoli e degli ostacoli che si possono trovare nel cammino della propria vita e su come affrontarli .

Su quest’ultimo aspetto il Maestro Mario Puccioni si sofferma molto, esternalizzando i concetti che insegna, portandoli da un contesto sportivo ed interno alla palestra alla tipica “rissa da strada”.

Il team Centurion è un gruppo forte ed affiatato, in cui non mancano le botte e le risate, capitanato da un Maestro capace ed esperto.

Oss!

Alessandro Rossi, Alberto Scaccioni e Emiliano Peis

Arruolati nel Team Centurion. Fai Click!

Ho iniziato a praticare jiu jitsu brasiliano 3 anni fa.

Me lo ricordo esattamente perché è giorno del mio compleanno, 6 marzo 2013; mio padre mi disse: “per regalo voglio farti praticare questo sport”.

Io non ero molto entusiasta perché volevo un gioco o dei vestiti.

Andai alla lezione di prova con mio cugino, ero un po’ teso perché c’erano solo adulti e io ero solo con mio cugino.

Iniziammo a praticare le tecniche basiche e mi piacque molto anche se era solo la prima lezione.

Tornato a casa, non vedevo l’ora di far vedere le tecniche a mia mamma e ai miei fratelli.

Insomma, ero VERAMENTE entusiasta.

È stato uno dei regali più belli che mio padre mi abbia potuto dare!

Da quando ho iniziato a praticare bjj, mi sento più sicuro di me.

Mi piace molto il nostro gruppo, sono uno dei due ragazzi più piccoli del gruppo e non trovo problemi al momento di relazionarmi con gli adulti, mi sento parte di un vero gruppo.

Il mio maestro Mario Puccioni, non si limita ad insegnarmi questa meravigliosa arte marziale, mi segue anche durante la preparazione fisica per le gare, l’alimentazione e lo stile di vita.

OSS.

Ciao ragazzi , io mi sono avvicinato al BJJ nel 2005 così per gioco con un amico poi con la nascita delle mie figlie ho dovuto abbandonare per impegni di lavoro famiglia e tanto altro dovendo soffrire per non poter praticare assolutamente niente.

In quei pochi mesi ho sentito dentro una forza incredibile e mi promisi di tornarci appena potevo.

Finalmente nel dicembre 2012 ho potuto rientrare in questa splendida e UNICA disciplina.

Mi sento insieme alla mia famiglia jitsuka una forza mentale e fisica.

Riesco ad avere più stima , più coraggio e forza nella vita , in famiglia lavoro amici , con il jiu jitsu sei veramente così !!!!!

Il MIO TEAM CENTURION non è come le altre squadrucce che pensano solo allo "sport" , NOI LAVORIAMO E STUDIAMO per tutta la durata della vita!!!!! Il jiu jitsu e scuola di VITA !!!!!

Miglioriamo la nostra conoscenza per star bene.... Benissimo nel tempo senza mai mollare ..... Chi lotta vince d'altronde la vita è una battaglia noi LOTTIAMO E LOTTEREMO SEMPRE !!!!!

SOLO ARTE SOAVE SOLO

CENTURION

Sono 1.75 per 70 kg...non esattamente un gigante.

5 anni di thai boxe dovrebbero darti la sicurezza di poterti difendere in molte situazioni che, ahimè, la vita ti presenta.

Questo è sicuramente vero....ma con un individuo della tua stessa stazza e dimensione (provare per credere).

Per questo motivo mi sono avvicinato al ju-jitsu. Avevo bisogno di completarmi e di sentirmi veramente al sicuro in ogni situazione...sapere come gestirla e controllarla.

Ora dopo due anni di quest'arte marziale mi sento veramente in grado...anche con una persona molto più grande di me.

Di tutto questo ringrazio sempre il mio maestro.

Il ju jitsu è un arte marziale prima che uno sport.

Quindi non aspettate, non siate titubanti, venite a provare.

Marco Senatori

Uno sport bellissimo che permette di formare il praticante sia nella forma fisica sia nella personalità.

Mi sono avvicinato all'accademia Centurion un paio di anni fa, e non ho trovato solo un luogo dove migliorarmi e confrontarmi ma ho trovato anche una nuova famiglia guidata da un maestro competente e sempre aggiornato che ha cresciuto tutti noi sia nel jiu jitsu che nello stile di vita.

Uno ambiente sano adatto a tutti grandi e piccoli provare per credere, venite a trovarci.

Da tempo appassionato di sport da combattimento, prima o poi era destino mi scontrassi con il Brazilian JiuJitsu.

E da quando è accaduto, non l'ho più lasciato. Grazie al bjj e al Team Centurion, posso dire di aver migliorato la mia vita, in tutti i campi.

Il BJJ sviluppa il corpo tanto quanto la mente.

È un gioco di scacchi dove tu stesso sei il re.

Grazie al BJJ posso affermare di aver conosciuto ottime persone, amici, di aver viaggiato, di aver pianto e riso a crepapelle.

Tutto questo grazie ad uno sport e ad un maestro che, piu di ogni altra cosa mi hanno aiutato a crescere e a trovare me stesso nel mondo, diventando loro stessi punto fermo nelle mie giornate.

Se il mondo come si dice è fatto di energia, il Team Centurion è l'energia che tutti cerchiamo.

Per i più ferrati in materia, lascio la citazione di un vecchio film che a suo modo rende l'idea di cosa sia il BJJ.. " Sai cosa cerca uomo nella vita? Buona posizione, buona posizione.."

Arruolati nel Team Centurion. Fai Click!

Se devi imparare un Arte, ti devi affidare a chi per quest'Arte ha dato l'anima.

Ho conosciuto moltissimi Maestri, pratico ed ho praticato numerose Arti Marziali e posso dire con certezza che Mario Puccioni è un vero Maestro al quale è davvero un onore affidarsi.

Persona colta ed estremamente preparata su tutti gli aspetti legati alla preparazione atletica, la competizione e tutto ciò che ne consegue.

Un professionista come pochi ne ho incontrati.

La sua ricerca continua e il suo confrontarsi metodicamente con Maestri ed atleti di calibro nazionale ed internazionale fa di Mario un insegnante completo.

Del bjj che dire?

È semplicemente l'Arte di combattimento al suolo più efficace sul pianeta.

Praticare bjj con un insegnante di questo calibro significa migliorarsi a 360 gradi.

Provare per credere.

Ho 34 anni ed ho compiuto molte azioni nella mia caotica esistenza, azioni belle ma anche brutte, azioni produttive e altre molto distruttive; conoscere, praticare e perseverare nel Brasilian Jiu Jitsu , sicuramente, rientra tra le migliori di tutta la mia vita!

Ho sempre praticato sport, quando più, quando meno, prediligendo sempre quelli di contatto, quelli dove non esistono simulazioni, menzogne o trucchi.

Premettendo che non sono un malato, fissato o fazioso sportivo, tanto meno del mio, vi dico che conobbi la "soave arte" quasi casualmente.

Dico "quasi" perché l'estate di due anni fa volendo praticare MMA, ed entrando in una palestra dove vi erano tali sport, mi imbattei nel corso di Bjj;

ecco, da quel momento non l'ho più mollato.

Il Team Centurion , con il suo Maestro fondatore e il suo Bjj mi inglobarono in una spirale di energie.

Un crescendo fatto di conquiste, di rispetto guadagnato ed insegnato, di scherzi, di nozioni e cultura, di disciplina, di onore, di rapporti umani veri, di amicizie, di grandi sacrifici e grandi soddisfazioni, di limiti superati e superabili, di equilibrio e armonia.

Per inciso, nei miei "34" mi porto dietro molti incidenti e un midollo spinale leso, un braccio estremamente meno forte dell'altro , con dolori neuropatici ecc..ecc.. ma questo nel Bjj non è stato un problema!

Magari inizialmente, ma poco dopo mi ha portato a lottare di più , a non tirarmi indietro mai, mai, mai.

A fare funzionare mente e corpo all'unisono in armonia.

Questa grande disciplina si può cucire addosso come un vestito sartoriale, se la si vuole vivere e comprendere si fonde con le tue esigenze, la tua fisicità, il carattere, l'età e dopo ti entra dentro come l'aria che respiri per far parte di te e del tuo spirito per sempre.

Il Bjj nella vita di ogni giorno, nelle prove, nelle fatiche lavorative , familiari, di salute.

Il corpo ne giova enormemente e la mente vive dimensioni che difficilmente si provano nella quotidianità.

Non ci sono espedienti simili, si deve solo provare.

E personalmente credo che tutti dovrebbero praticarlo.

Inoltre le persone fanno la differenza, e per me che ho scelto studi umanistici e lavori al pubblico la fanno enormemente; ed il mio Maestro l'ha fatta.

Se continuo il Bjj è anche grazie a lui, alla sua formazione e il modo che ha di trasmetterla.

Concludo dicendo che io paragono il Brasilian Jiu Jitsu alla costruzione di ad un favoloso mosaico; quando inizi , da apprendista, hai miriadi di tesserine o tasselli, ma non hanno collocazione ne tu sei abile nel metterle o vedere il disegno.

Lavorandoci giorno per giorno , tra insegnamenti e prove, inizi a posizionarli.

Sbagli, credi di non riuscire, le riposizioni, ed andando avanti acquisisci consapevolezza del tuo operato e del fatto che il mosaico ha un disegno bellissimo, solo tuo, vedi sfumature sempre nuove e casella dopo casella sei sempre più desideroso di andare avanti...

"Il lavoro è lungo,molto lungo, ma in fondo ogni grande opera richiede tempo e dedizione"

ECCO COSA È PER ME IL BJJ.

Ho iniziato questa disciplina nel 2010, senza GI (kimono) e senza il team Centurion , ma in una palestra normale senza i principi e la disciplina necessarie per questa arte.

 

Fino al 2013 quando sono entrato a far parte del team di Mario Puccioni, il team Centurion dove ho trovato quello che cercavo, amici e compagni di materassina.

Infine Mario oltre ad essere un maestro è un amico e mi ha insegnato tante cose fuori e dentro il tatami.

Ora sta a voi scegliere la via della pigrizia o la via della vittoria.

TEAM CENTURION

Mi sono avvicinato al bjj nell'ottobre del 2014, dopo un incontro spiacevole in una panineria, i primi mesi sono stati i più duri sopratutto per il senso di impotenza che hai davanti agli altri ragazzi che si allenano da più tempo, arrivi a lezione pensando di smuovere le montagne e invece vieni battuto da un ragazzo con la metà del tuo peso, questo è il bjj, dà la possibilità a tutti, sia donne che uomini, di difendersi e di prevalere anche su un avversario il doppio di te.

Come sport non è per niente violento, qualsiasi tipo di colpo è vietato, sia pugni che ginocchiate, il Bjj ha altri modi molto più efficaci di difendersi, va visto più nell'ottica di una partita a scacchi, perché ogni movimento che fai deve essere una risposta al movimento del compagno (in palestra) e dell'avversario (in gara).

Da parte mia, vi consiglio di venire e provare almeno due o tre lezioni.

Ho iniziato a praticare il jiu jitsu brasiliano nel dicembre 2011 a seguito di alcuni anni di body building.

In parte la scelta dipese dalla noia derivante dal sollevamento pesi fine a sé stesso, in parte dalla costante necessità di mettersi alla prova (che ha sempre contraddistinto il mio carattere) ed in parte dalla pura curiosità verso le MMA (avendo praticato Karate e judo in giovanissima età).

 

Ricordo come fosse ieri il primo giorno di allenamento... Fui annichilito da un ragazzo cintura bianca almeno 20 kg più leggero di me senza alcuna fatica.


Capii subito che era quella la strada da percorrere.


Il resto fu una naturale conseguenza.

La costruzione dell'ottimo rapporto con Mario (amico e maestro), le varie competizioni vinte, l'approfondimento di questa fantastica Arte giorno dopo giorno, le accademie visitate durante i miei viaggi (un kimono in valigia ormai è un "must")...ma soprattutto l'arricchimento interiore dato dalle esperienze vissute e dalle persone incontrate durante questo cammino.


Perché di questo si tratta, di un vero e proprio cammino... E che tu riesca a percorrerlo fino in fondo o solo in parte poco importa...ti cambierà in meglio irrimediabilmente.


Perché per salire su quella materassina, sia da neofita che da campione, ed implicitamente accettare il rischio (talvolta la certezza) di dovere ammettere senza scuse che il tuo avversario ti è superiore, occorre essere disposti a spogliarsi del proprio ego e di tutto quell'ammasso di scuse che ci portiamo dietro ogni giorno nel quale rimandiamo qualcosa che avremmo voluto/dovuto fare.


Venite a provare... capirete in prima persona di cosa parlo!

Johnny De Luca

Ho conosciuto il Bjj grazie ad un amico e da quel giorno non ho più smesso.

Ormai sono circa 3 anni che pratico questa arte marziale e i vantaggi sono sicuramente più fiducia in se stessi, sapere quanto si vale e conoscere le tecniche di difesa personale.

L'insegnante è molto tecnico e riesce a far comprendere le tecniche anche ai più testardi!

Un team molto giovane e sempre pronto alla lotta.

Arruolati nel Team Centurion. Fai Click!

Sono entrato in contatto con il bjj grazie a una grande persona con cui non ci vedevamo da tempo ma mi aveva "iniziato" alle arti marziali.

Persi i contatti e dopo anni avevo voglia di mettermi in gioco.

Emiliano mi parlò del bjj e iniziammo a fare qualche lotta.

Da li il passo è stato breve all'iscrizione nel team centurion.

Ho trovato persone stupende e pronte a dare una mano anche all'ultimo arrivato.

C'è armonia nel gruppo nessun gradasso ed è un piacere lottare in un clima di grande famiglia.

Il maestro Mario oltre ad insegnare tecniche del bjj affronta quello che può essere una rissa una lotta in strada e come difendersi.

Cosa molto utile e che a me personalmente piace molto.

Anche se in strada l'imprevisto è sempre dietro l'angolo.

Quando lotti lo stress "evapora" con il sudore, i muscoli lavorano allo spasmo e finito l'allenamento ti senti veramente bene e in pace.

Questo è il mio punto di vista.

Venite a provare vi sorprenderà il benessere che vi darà.

Sono ormai 20 anni che pratico arti marziali e circa 2 anni fa, grazie ad un amico, ho cominciato ad avvicinarmi al bjj.

Mi ritengo di base uno sportivo nel senso che mi piace vederlo e soprattutto praticarlo, ma ad essere onesto reputo le arti marziali in generale un ottima ginnastica per il corpo a tutti i livelli e per tutte le età, insomma un toccasano per la salute.

Premesso questo devo dire che non tutte le arti marziali hanno la capacità di infondere benessere fisico e mentale allo stesso modo, anzi.

Un grande merito che mi sento di dare al bjj è la capacità che ha come disciplina marziale di far crescere la fiducia in se stessi, cosa di cui ero carente fino a che non ho cominciato a praticarlo.

Le ragioni sono semplici, il bjj è si un'arte marziale ma al contempo uno sport da combattimento ed è soprattutto meritocratico, vai avanti se sei bravo e ti alleni.

Un'altro valore aggiunto che mi sento di sottolineare è la capacità di essere, come sport da combattimento, praticabile in una quasi completa sicurezza rispetto agli altri.

Nonostante i miei anni passati allo studio di arti marziali il primo giorno di pratica del bjj mi sono sentito un pesce fuor d'acqua, il risultato è stato disastroso a dir poco.

Ad oggi le cose sono chiaramente cambiate, una su tutte quella che definisco la REALE consapevolezza di me stesso, quella cosa che le altre discipline marziali purtroppo non riescono ad infondere, probabilmente per un approccio sbagliato, cioè la mancanza di un approfondimento applicabile in un contesto "da strada".

Questa è la cosa che mi piace anche in particolare dell'insegnamento di Mario, l'aspetto con cui viene affrontato che non è solo prettamente con finalità sportive.

Imparare il bjj anche in un contesto di difesa personale e impararlo con metodologie che ti spingono a riflettere sulla biodinamica del corpo umano fanno si che le nozioni acquistino un senso più ampio.

In accademia poi, grazie all'insegnante, riusciamo ad avere l'opportunità di allenarci con sportivi di livello internazionale, italiani e non, con lezioni specifiche in modo da approfondire quelle che sono le basi, e perché no, avere così punti di vista diversi da chi il bjj lo interpreta per sport, per passione e per lavoro.

Frequento l'Accademia Centurion Jiu Jitsu da circa un anno.

Da tempo cercavo un'arte marziale che mi permettesse di apprendere strumenti di difesa personale, quando ho conosciuto il nostro maestro Mario.

Con lui ho condiviso questo desiderio ed è stato così interessante e stimolante sentirlo parlare del BJJ che ho deciso di fare questa esperienza.

Sono curiosa, mi piace mettermi in gioco e, nonostante i miei 50 anni compiuti, mi sono lanciata in questa avventura.

Ho praticato molti sport e molta danza, ma non avevo mai studiato arti marziali.

Fino dalle prime lezioni, mi sono appassionata e ho compreso che era il posto giusto per trovare ciò che cercavo.

La lotta corpo a corpo con i compagni, quasi tutti uomini, è già di per sé una grande opportunità per imparare a sostenere la pressione, sia fisica che psicologica, e mantenere una buona respirazione nonostante lo sforzo è un ottimo allenamento alla presenza.

E' un modo stimolante per mantenere una buona forma fisica ed è un confronto continuo con se stessi.

Trovo anche molto generoso il modo in cui la maggior parte dei compagni si offre agli altri, durante le lezioni, così che chiunque possa apprendere facendo esperienza, e in sicurezza.

La coesione del gruppo è direttamente proporzionale ai valori che lo sostengono e questo è immediatamente percepibile.

E' stata una continua piacevole sorpresa, Mario dimostra una ricchezza di sfaccettature che lo rendono prezioso non solo da un punto di vista tecnico e professionale ma anche da tanti altri punti di vista.

Apprezzo molto la sua cultura, il suo approccio trasversale a tutto quanto riguarda la formazione degli atleti (e amatori) che prepara: dalla cura del corpo a quella della mente, al rafforzamento del carattere.

Mi piace il modo in cui bilancia l'insegnamento tecnico, da competizione, con l'utilizzo di questi stessi strumenti nel combattimento "da strada", sempre ricordando che la prima regola è evitare lo scontro, pur costruendo ottimi strumenti di difesa personale quando invece questo risulti necessario.

Mi accorgo che lo studio del BJJ sta piano piano modificando il modo in cui utilizzo il corpo, percepisco più controllo, più attenzione, più presenza e inoltre andare a lezione mi dà la possibilità di scaricare tensioni e di misurarmi con me stessa.

Ringrazio dunque il mio maestro, Marius, e i compagni con i quali condivido questa esperienza che mi arricchisce sotto molti punti di vista...

Combattere ti plasma nel fisico e nella mente quindi è importante combattere e allenarsi con persone esperte e serie.

Nel Team Centurion ho trovato oltre a questo anche un gruppo affiatato e amichevole, pronto a dispensare consigli e sempre sorridente.

Il maestro Mario non lascia indietro nessuno, porta avanti tutti perché il suo interesse è fare crescere il gruppo ma soprattutto vuole fare crescere te, come persona e come praticante d'Arte marziale.

Consiglio di venire anche solo a provare per rendersi conto cos'è il Jiu Jitsu brasiliano e mettersi veramente in gioco, con un po' di impegno in pochi mesi il Jiu Jitsu brasiliano ti cambia la vita e il girovita!!

Salve, più di cinque stelle non si possono dare nel gradimento??

Avrei tante cose da dire sul team e sul BJJ ma non andrò lungo.

Avevo già esperienze di "lotta" e striking quando mi avvicinai al bjj con il maestro Mario, capii subito che per quanto riguarda la lotta andavo col freno a mano tirato!!

Indipendentemente dal maestro, sono superconvinto che qualsiasi praticante di arti marziali debba per forza cimentarsi anche nel bjj.

Se poi in tutto questo hai fortuna che ti capiti uno come Mario, sei a cavallo.

Non è questione di simpatia o altro, ma di metodo e preparazione.

Tuttavia, potrei scrivere un milione di parole al riguardo senza riuscire minimamente a trasmettere ciò che si prova, neanche del primo minuto della prima lezione, CHE PER TUTTI è SCONVOLGENTE.

Venite a provare.. Assolutamente

Arruolati nel Team Centurion. Fai Click!

Pratico questo sport da soli 4 mesi ma posso dire che mi sento sempre più sicuro in alcune situazioni di rischio.

I miei 10 anni di pugilato contano molto ma saper combattere anche quando sei a terra (e la boxe a quel punto diventa inutile) conta molto credetemi.

Bellissimo gruppo !

Ho cominciato a praticare bjj a settembre perché ero alla ricerca di un arte marziale che mi consentisse di potermi difendere nonostante la mia statura minuta (1,70 cm per 60 kg).

Con il bjj sto imparando varie tecniche per riuscire (con mia grande sorpresa) a non essere sopraffatto da persone fisicamente più grosse di me, certo la strada è ancora molto lunga ma con l'aiuto e la professionalità del maestro Mario e i consigli del ragazzi del Team Centurion sono convinto di poter ottenere nel tempo ottimi risultati.

Arruolati nel Team Centurion. Fai Click!

Sede principale: Via F. Talenti, 108 - 50142 Firenze

SOCIAL